chat

Si tratta di un normale cavo di rete UTP, categoria 5 o superiori. Il cavo proveniente dall’antenna verrà collegato a un piccolo alimentatore (PoE) da cui poi uscirà un altro cavo verso il computer. In questo modo sarà possibile alimentare l’antenna (POE – Power over Ethernet).

È consigliabile che il cavo che collega l’antenna al dispositivo di alimentazione sia “da esterno”, ovvero con guaina protettiva più spessa rispetto ai cavi di rete “indoor”.

Puoi acquistare un router WiFi direttamente da Wispone; i nostri tecnici provvederanno a configurarlo in base alle esigenze. I costi variano in base al modello e alla potenza del dispositivo (ad esempio N300 o N450).

Puoi anche utilizzare un tuo dispositivo ma Wispone non potrà darti assistenza sulla parte di diffusione wireless interna; saremmo in grado di gestire la tua connessione fino alla nostra CPE. La nostra connessione supporta il protocollo PPPoE (PPP over Ethernet) su porta Ethernet RJ-45. Quasi tutti i router Ethernet supportano questo protocollo; NON va utilizzato un modem/router ADSL. Puoi configurare il tuo router in autonomia chiedendo a Wispone il Gateway oppure puoi portarlo presso i nostri uffici e farlo configurare dai nostri tecnici.

Per la connessione di un unico PC, si può collegare direttamente il cavo Ethernet proveniente dalla presa LAN allo scheda di rete dello stesso, senza bisogno di alcun apparato aggiuntivo.

Il dispositivo CPE utilizzato da Wispone per i clienti viene di norma configurato con la funzione “Server DHCP” attiva. In questo modo, un pc connesso via cavo direttamente all’antenna, può essere configurato utilizzando l’opzione “ottieni automaticamente indirizzo IP”. Stessa cosa per gli indirizzi DNS. Sarà la CPE ad assegnare tutti gli indirizzi alle rete.

Se l’antenna viene collegata ad un router su una porta LAN, quest’ultimo deve avere la funzione DHCP server disabilitata.

Per configurare manualmente gli indirizzi DNS potete utilizzare:

46.23.197.135 (primario) ed il DNS di un qualsiasi altro operatore come alternativo, ad esempio 8.8.8.8 di Google.

Per collegare l’antenna all’interno della casa va utilizzato un cavo di rete Ethernet (RJ45 CAT. 5E o superiori), possibilmente da esterno, ovvero con una guaina protettiva più spessa rispetto ai normali cavi da ufficio. Su quel cavo passerà infatti sia la parte di alimentazione che il trasporto dei dati. Meglio non andare oltre gli 80m.

Di seguito un’immagine che rappresenta la sequenza per intestare il cavo (sia nel plug collegato all’antenna che in quello collegato alla porta POE):

RJ45 (2)

Per il cavo di rete che collega la porta LAN al nostro PC (o ad un router) è possibile utilizzare un semplice cavo di rete da interno, CAT5e o superiori.

Il port forwarding è consentito, basta richiederlo alla nostra area tecnica (support@wispone.it) che provvederà ad eseguire l’operazione entro 4 ore lavorative dalla ricezione della richiesta; sarà sufficiente specificare il protocollo di comunicazione, la porta e l’indirizzo IP interno verso il quale la porta va “girata”. Wispone potrà eseguire l’operazione sul dispositivo CPE di consegna ma non potrà fare lo stesso su un eventuale router di proprietà del cliente.

Wispone assegna un indirizzo IP pubblico a tutti i suoi clienti. I clienti con contratto consumer hanno un indirizzo IP pubblico dinamico, mentre a tutte le utenze business vengono assegnati indirizzi IP pubblici statici. Disponibili anche IP statici aggiuntivi e pacchetti da 8 e 16 indirizzi (classi maggiori sono disponibili su richiesta).

È possibile conoscere l’indirizzo IP pubblico della connessione consultando il seguente indirizzo: www.whatismyip.com

Il punto fermo per attivare il servizio VoIP di Wispone è la qualità della connettività Internet; infatti il traffico voce viene veicolato all’interno del protocollo di trasporto Internet. Se la navigazione ha problemi di stabilità, di latenza, di perdita di pacchetti il servizio voce non sarà adeguato e sarà sconsigliata l’attivazione. Sarà sufficiente avere disponibilità di 128 kbps di banda in download e upload per poter usufruire del servizio.

L’adattatore VoIP (phone adapter) è un dispositivo di piccole dimensioni collegabile da un lato ad una porta ethernet del router, dall’altro al tradizionale telefono analogico; questo dispositivo consente di effettuare/ricevere chiamate senza tenere il PC acceso e senza dover acquistare nuovi telefoni VoIP. Sarà Wispone ad occuparsi della configurazione e messa in servizio del dispositivo.

Assolutamente si. Il telefono IP è un telefono collegabile direttamente al router o ad uno switch (senza utilizzare un adattatore); consente di effettuare/ricevere chiamate, ovviamente senza tenere il PC acceso. Wispone può fornirtelo in versione desktop o cordless a seconda delle esigenze. Saranno i nostri tecnici ad occuparsi della configurazione.

Puoi effettuare chiamate verso numerazioni  telefoniche di fissa e mobile nazionale ed internazionale ed i numeri verdi. Non è possibile garantire il funzionamento di tutti i numeri di emergenza e di quelli cosiddetti “speciali”.

Possiamo assegnarti un numero telefonico geografico col prefisso desiderato che può ricevere chiamate da qualsiasi telefono.

E’ possibile, ma occorre riservare a monte la banda dedicata al protocollo VoIP. Infatti se la banda complessiva utilizzata per navigare è molto vicina alla saturazione di banda massima della connessione, la telefonata potrebbe risultare disturbata. Il consumo di una chiamata dipende dal codec utilizzato per veicolare il servizio voce. Wispone utilizza il G.711, di qualità maggiore e con un consumo di circa 80 kbps a chiamata.

Uno dei vantaggi di questa tecnologia è la possibilità di attivare più canali contemporanei su una stessa numerazione geografica. Il cliente può scegliere quante chiamate contemporanee in entrata ed in uscita effettuare. È solo questione di configurazione “lato Wispone”.